giovedì 30 novembre 2017

(RI) inizio delle trasmissioni

Ho da dire un po’ di cose riguardo il pallone. Ed il posto più idonee per scriverle –e, così, “renderle pubbliche”- non può che essere un blog che niente di meno si chiama proprio “il calcio visto da me”.
Però questo sito è un poco in disarmo, in disuso: si vedono pure delle ragnatele! Ed allora bisogna dargli una spolverata, una sistemata. Non dico le pulizie di Pasqua ma insomma: un po’ di decoro. Tanto tempo di inattività ha arrugginito il blog. E forse pure il blogger.

Che fare dunque? Facile: basta ripristinarlo! E come? Scrivendo un post. Ed è precisamente quel che sto facendo. E chissà quanti siete a leggere….


 

venerdì 4 agosto 2017

FOLLIA IN SERIE D: 5 SOSTITUZIONI !!!! - Povero calcio malato

Follia. Che si aggiunge alle altre follie prepetrate nel calcio -a livello Fifa e poi, con sussiego e proni, nella nostra Federazione negli ultimi 25 anni. Sentite la nuova assurdità: 


Storico cambiamento nell’universo dei dilettanti, il Consiglio Federale della FIGC ha approvato la proposta avanzata dal Consiglio Direttivo della Lega Nazionale Dilettanti su impulso del presidente Cosimo Sibilia, recependo una circolare dell’IFAB: dalla prossima stagione tutte le squadre dei campionati dilettantistici potranno effettuare cinque sostituzioni invece delle tre canoniche.

Mi rifiuto di commentare a caldo questo scempio che sfigura sempre di piu -e forse in modo definitivo- il bellissimo gioco del calcio. A livello Fifa, come detto, presero le decisioni ma a livello italiano si accodarono subito. E ricordiamolo sempre che fu Berlusconi, con il capriccio-Lentini, a sdoganare il fecale "calcio Moderno".

Comprensibilmente soddisfatto il presidente della Lega Nazionale Dilettanti e vicepresidente vicario della FIGC Cosimo Sibilia che si è fatto promotore in prima persona di questo storico cambiamento: “Abbiamo compiuto un passo importante, una conquista ottenuta grazie al lavoro di squadra. Quando si fa sistema si ottengono risultati significativi. Una decisione che conferma ancora una volta la centralità della Lega Nazionale Dilettantiall’interno del sistema calcio. Le cinque sostituzioni rispondono ad un esigenza di cambiamento che sta attraversando il calcio a livello mondiale e l’Italia così fa uno scatto in avanti nel processo di miglioramento”.

lunedì 31 agosto 2015

"IL MONOPOLI E' IN SERIE C"

Saranno i biancoverdi la quarta squadra pugliese a rappresentare la Puglia in Lega Pro. Lo ha appena annunciato il sito Monopoli.Live.com .

Auguri e congratulazioni al Monopoli!

sabato 29 agosto 2015

Comunicato stampa F.I.G.C. - Delegazione Provinciale di Brindisi

Lunedì 30 agosto alle ore 17:00 si terrà una riunione tecnico-informativa per l’attività di base, presso la Sala Meeting del Coni Point Provinciale (via Dalmazia – Brindisi), rivolta a Dirigenti e Responsabili Tecnici delle Scuole Calcio e dei Centri Calcistici nell’ambito della Delegazione FIGC di Brindisi.  
Nel corso della riunione saranno chiariti gli aspetti relativi ai requisiti di riconoscimento delle scuole di Calcio e Scuole di Calcio d’Elité, oltre alla programmazione tecnico-didattica dell’Attività di Base per l’anno calcistico 2015/2016 e delle eventuali problematiche riscontrate nella stagione sportiva 2014/2015. 
Alla riunione interverranno: il Coordinatore Federale Regionale prof. Antonio Quarto, il Delegato Provinciale Fernando Distante, il Responsabile Tecnico Regionale prof. Salvatore Lufrano, il Responsabile Tecnico Provinciale dell’Attività di Base prof. Gianluca Amoruso. 
La partecipazione alle riunioni dell'Attività di Base costituisce per le Società elemento di valutazione nella graduatoria di Merito.

Brindisi, 30/08/2015  
Giorgio Pasimeni

Addetto Stampa F.I.G.C.  - Delegazione Provinciale di Brindisi

"CCATTARI LU BRINDISI CU MILLI EURU" In esclusiva le prime pagine del nuovo libro in uscita

Una storia già vista eppure sempre nuova, sinergetica!


giovedì 19 febbraio 2015

PASQUALE MARTINELLI: "Bisogna rifondare completamente i settori giovanili"

Pasquale Martinelli 
Per chi segue e conosce il calcio professionistico e dilettantistico alla pronuncia del nome Pasquale Martinelli, sicuramente non gli si sta dicendo un nome nuovo. Infatti Martinelli è stato un calciatore di primissimo piano nel calcio professionistico in cui ha militato per ben 15 anni dalla serie B con il Vicenza e la Salernitana alle ormai defunte serie C1 e C2 con il Matera, Andria, Reggiana, Martina Franca, Frosinone e tantissime altre ancora, fino ai campionati dilettantistici con Bisceglie e Altamura. 
Dopo la stagione vincente proprio con la maglia dell’Altamura, decide di attaccare gli scarpini al chiodo e di sedersi in panchina iniziando ad allenare i Giovanissimi dell’Invicta Matera una società di settore giovanile della città dei sassi, ma la notizia che giunge in questi giorni è la seguente: i giovanissimi cambiano l’allenatore, esonerato Martinelli squadra affidata a mister Fontana.
La società, augurando le migliori fortune al tecnico e ringraziandolo per il lavoro svolto sin dall’estate con questo giovane gruppo di ragazzi, ha deciso di sollevare dall’incarico mister Pasquale Martinelli. Il tutto per dare una scossa ai ragazzi in vista di questa seconda parte di stagione”.

E’ questa la nota che si legge nel sito ufficiale del club materano, certo esonerare un allenatore è nei pieni diritti di qualsiasi società, cosi come lo è mettere in discussione il lavoro del tecnico, ma come è facilmente intuibile nel comunicato dell’Invicta la motivazione non è questa ma è “quella di dare una scossa alla squadra”, attenzione, parliamo di ragazzi di tredici anni, quale scossa secondo voi devono avere, un settore giovanile non dovrebbe dare delle solide basi ai propri ragazzi sotto il profilo calcistico e magari anche educativo, piuttosto che fargli conquistare qualche punticino in più in classifica assolutamente fine a se stesso ? Sono addirittura gli stessi ragazzi allenati da Martinelli che si sono mobilitati e hanno ringraziato il loro allenatore per i suoi insegnamenti e hanno manifestato il loro dispiacere con lettere, messaggi e commenti sui social network. Ed è proprio da qui che Martinelli decide di rilasciare delle dichiarazioni a mezzo stampa
.
“Per me non esiste risultato migliore di tutti questi messaggi e addirittura lettere che mi sono giunti dai miei ragazzi. In questi sei mesi ho visto di tutto: il mio appello va ai genitori. Fate in modo che il vostro sogno e la vostra ambizione non diventi la più grossa delusione per i vostri figli. Se percepiscono le vostre aspettative più che divertirsi penseranno a non deludervi. Nel corso Uefa B di Coverciano mi consegnarono un opuscolo dove c’erano i 10 diritti dei bambini, mi colpì il decimo che diceva: “I bambini hanno il diritto a non diventare campioni…” Il sogno è il loro. Affidatelo a chi ritenete meglio di voi e non parlo delle competenze o delle conoscenze della disciplina. Nella mia carriera ho conosciuto grandi allenatori, quelli con qualche limite tecnico ma grandi uomini erano professionisti, al contrario grandi allenatori e piccoli uomini dilettanti. Perciò è sempre l’uomo che fa la differenza. Bisogna rifondare tutto nei settori giovanili e c’è bisogno che la federazione vigili. Chiudo ringraziando chi mi ha sostenuto, chi mi ha aiutato, chi mi ha dimostrato la sua fiducia e soprattutto i miei ragazzi, ho imparato più da loro in 6 mesi che in 20 anni da calciatore. Vorrei anche ringraziare chi ha insultato, deriso e umiliato (mai direttamente), perché è anche grazie a lui che comincio la mia battaglia contro personaggi che si ritrovano nelle scuole calcio e nei settori giovanili solo per fare i propri interessi”.



giovedì 5 febbraio 2015

ALTAMURA - Lo Sporting e la Fortis verso l'unione

Bellissima notizia sul fronte del calcio altamurano: le due maggiori società cittadine, in un comunicato congiunto, dichiarano i propri obiettivi e l'auspicio di una sinergia che prospetti una vera e propria fusione dei due sodalizi. Di seguito il comunicato: 


L’A.S.D. Fortis Altamura e l’A.S.D. Sporting Altamura in modo congiunto, con il presente comunicato, dichiarano che le rispettive dirigenze hanno avviato con unità di intenti un tavolo di confronto per realizzare un progetto di fusione fra le realtà sportive locali. 
L’appartenenza al territorio e la passione per questo sport che lega entrambe le società è motivo di grande orgoglio sui cui far leva per realizzare e porre le basi di un solido progetto sportivo e culturale a cui le due dirigenze tengono particolarmente. 
Le due società, inoltre, comunicano che i rispettivi campionati in cui stanno prendendo parte verranno portati a termine cercando di realizzare gli obiettivi rispettivamente prefissati per poi avviare, nella stagione prossima, un progetto congiunto con il coinvolgimento anche di altre realtà.


-          UFFICIO STAMPA A.S.D. FORTIS ALTAMURA

-          UFFICIO STAMPA A.S.D. SPORTING ALTAMURA

sabato 31 gennaio 2015

REGGINA-LECCE 2-1 Ma i giallorossi son vicinissimi al traguardo stagionale.

REGGINA Belardi, Di Lorenzo, Ungaro, Cirillo, Aronica, Mazzone, Gallozzi, Armellino, Balistreri, Maimone, Masini. A disp: Kovacsik, Candemi, Gjuci, Karagounis, Louzada, Viola, Zibert. Allenatore: Alberti.
LECCECaglioni, Diniz, Di Chiara, Vinetot, Abruzzese, Salvi, Lepore, Papini, Moscardelli, Filipe Gomes, Herrera. A disp: Scuffia, Beduschi, Lopez, Carrozza, Sacilotto, Bogliacino, Della Rocca. Allenatore: Pagliari.
ArbitroDi Martino di Teramo
Reti: MARCATORI 4'pt Moscardelli; 20'st Masini; 41'st Maimone




Non era al "Granillo" che il Lecce poteva cercare punti salvezza ma la squadra già di Lerda (ora di Caglioni) non ha sfigurato in Calabria. Anzi, nell'anticipo serale del sabato i leccesi erano persino passati in vantaggio (rete di Moscardelli). Torna in Puglia, quindi, la formazione di mister Dino Pagliari con la ennesima sconfitta stagionale. Ma i tifosi giallo-rossi possono stare tranquilli: la zona pericolosa è abbastanza lontana (almeno per ora) e pertanto non dovrebbero esserci problemi per conquistare la permanenza in Serie C. Diciamo pure che, oramai, il Lecce è ad un passo del suo quarto campionato consecutivo nella Terza Serie nazionale. Non è poco. 

domenica 30 marzo 2014

ora è ufficiale: LA SAMBENEDETTESE E' IN SERIE D (ma solo di passaggio)

GROTTAMARE-SAMBENEDETTESE 0-1 (rete di Baldini) : Questa vittoria sancisce la matematica certezza del salto di categoria. Ma la Samb-giustamente- in Serie D vuol sstarci il meno possibile! Un grazie a Sandro Prosperi -tifosissimoSamb- per la foto.







Salutiamo la Sambenedettese, una delle formazioni piu importanti dell'Italia centrale. Una tifoseria calda, numerosa ed appassionata che è stata sempre ampiamente ripagata: la Samb conta oltre venti stagioni in Serie B, sfide importanti e "storiche" e vittorie memorabili. Abbiamo scelto lo splendido Stadio "Riviera delle Palme": sia perchè è un capolavoro di estetica ed ingegneria ed anche come auspicio perchè possa nuovamente riempirsi.




La giornata decisiva nel Girone H ? Ecco perchè.....

Domenica 30 marzo 2014
Campionato Nazionale Serie D -Girone H
12^ Giornata di ritorno 



 BISCEGLIE-TURRIS
Simone Sozza di Seregno
MANFREDONIA-SAN SEVERO ore 16
Federico Dionisi di L'aquila
MARIANO KELLER-BRINDISI
Giacomo Camplone di Pescara
MONOPOLI-FRANCAVILLA IN SINNI
Giampaolo Mantelli di Brescia
MARCIANISE-GLADIATOR
Alessandro Pietropaolo di Modena
REAL METAPONTINO-GROTTAGLIE
Giosue' Mauro D'apice di Arezzo.
VICO EQUENSE-PUTEOLANA
Michele Di Cairano di Ariano Irpino
TARANTO-MATERA
Andrea Capone di Palermo

Classifica
Matera 52
Marcianise 51
Francavilla in Sinni. 49
Taranto 49
Monopoli 47
Turris 46
Brindisi  42
Gelbison 36
Bisceglie 34
Mariano Keller 32
Real Vico Equense 30
Manfredonia 28
San Severo 28
Grottaglie 24
Real Metapontino 23
Puteolana 22
Gladiator 19